Il progetto

BIBLIOTECA CASA DI QUARTIERE

Piano Cultura Futuro Urbano

Il Piano Cultura Futuro Urbano è un progetto del MiBACT che nasce per promuovere iniziative culturali nelle periferie delle città metropolitane e nei capoluoghi di provincia di tutta Italia. Un Piano d’azione di 25 milioni di euro entro il 2021, che finanzierà la realizzazione di nuovi servizi con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dell’intera collettività urbana, donando nuova personalità a scuole, biblioteche e opere pubbliche rimaste incompiute.

Biblioteca casa di quartiere è una delle tre azioni strategiche nelle quali è articolato il progetto, assieme a Scuola attiva la cultura e Completati per la cultura

Il Progetto: “Bibliotec@…un libro ovunque”

 Il Progetto “Bibliotec@…un libro ovunque” è un progetto del Comune di Crotone/ Biblioteca Comunale “Armando Lucifero”, ammesso a finanziamento dal MIBACT, con DD. n. 281 del 27.09.2019, nell’ambito del Piano Cultura Futuro Urbano- Avviso Pubblico 7 maggio 2019 per il finanziamento di progetti culturali finalizzati alla rigenerazione urbana attraverso la realizzazione di attività culturali e creative “Progetto Biblioteca Casa Di Quartiere”, I edizione.

Perché la cultura crea bellezza.            

Il progetto ministeriale, coordinato dalla Direzione Generale Creatività contemporanea, fa leva sulla Cultura come strumento di emancipazione e sulla Biblioteca civica come presidio socio-culturale e cuore pulsante delle attività. Un progetto definito d’avanguardia che invita alla collaborazione civica, alla partecipazione attiva della cittadinanza, alla costruzione di patti sociali di comunità come metodi di intervento delle politiche pubbliche, come strumenti per un’azione di crescita collettiva.

Nato con l’obiettivo di promuovere l’arte ed i talenti, la cultura e la creatività, il progetto ambisce a traguardi più ampi e complessivi: costruire opportunità di miglioramento sociale ed economico nei quartieri definiti “prioritari e complessi”,stimolare l’esercizio del diritto di agire e partecipare dei loro abitanti, nella realizzazione e fruizione di servizi e attività culturali e creative, avviare processi di rigenerazione urbana, anche attraverso il riuso e la riqualificazione di sparzi urbani inutilizzati.

Destinataria del finanziamento è la Biblioteca civica “Armando Lucifero”, ubicata nell’area urbana prioritaria ACE1, coincidente quasi totalmente con il Centro storico cittadino. La Biblioteca diviene dunque principale luogo di collaborazione civica e coordinamento delle attività che saranno dislocate per tutto il quartiere, in un’ottica di coesione e di inclusività sociale.

Gli Obiettivi           

Obiettivi primari del progetto sono quelli di: 

  • promuovere la cultura come fattore di coesione sociale ed economica della cittadinanza;
  • rendere la Biblioteca civica “Armando Lucifero” presidio culturale e sociale;
  • incrementare e diversificare l’offerta di servizi pubblici in quartieri prioritari e complessi, stimolando la collaborazione e partecipazione civica per la promozione di attività culturali e creative;
  • favorire il riuso da parte degli abitanti del quartiere di spazi sotto-utilizzati a disposizione della Biblioteca e gravitanti nell’area circostante, in un’ottica di inclusività e di rigenerazione dell’area urbana di riferimento

La collaborazione civica e il Partenariato

 La collaborazione civica è un traguardo importante che Cultura Futuro Urbano si propone di raggiungere attraverso l’azione “Biblioteca casa di quartiere”, ed il finanaziamento di progetti che prevedono il coinvolgimento dell’utenza della biblioteca e degli abitanti di comunità e quartieri complessi. In particolare, il progetto mira al rafforzamento delle politiche culturali, diversificandone l’offerta, attraverso l’attivazione di forme di collaborazione con partner esterni tra cui: istituzioni pubbliche, soggetti privati locali, istituzioni cognitive, società civile organizzata, artisti e creativi.

In linea con le disposizioni ministeriali, “Bibliotec@…un libro ovunque” è attuato dalla Biblioteca civica Armando Lucifero in Partenariato con una pluralità di soggetti, istituzioni, piccole realtà imprenditoriali e associazioni culturali, che, in coerenza con quanto previsto dall’art. 4 dell’Avviso ministeriale, riconoscono la collaborazione civica come metodo di intervento, per rafforzare e qualificare le azioni pubbliche a sostegno della cittadinanza e promuovere, nella condivisione di obiettivi e metodologie, un’azione di crescita collettiva.

Il ruolo dei Partner

I partner, in coordinamento con il Comune di Crotone, soggetto Capofila, e con il prezioso supporto operativo della Curia Arcivescovile di Crotone-Santa Severina, cureranno la realizzazione delle attività di propria competenza previste all’interno del progetto attraverso: campagne di sensibilizzazione verso le comunità presenti nel quartiere, seminari divulgativi e di approfondimento tematico, corsi sugli antichi mestieri, attività laboratoriali ludico-didattiche e formative, iniziative di promozione della lettura e di valorizzazione della memoria orale, doposcuola, visite guidate di riscoperta del centro storico cittadino.

GLI INTERVENTI

Residenzialità/ospitalità per attività culturali e creative e laboratori

Le attività e i laboratori saranno ospitati presso la biblioteca civca, quale spazio condiviso per consentire a professionisti della cultura, formatori e artisti/creativi di esprimersi coinvolgendo o stimolando la fruizione degli spazi bibliotecari e di quelli gravitanti nelle aree limitrofe del quartiere.

 

Co-working per la produzione di servizi culturali e creativi di quartiere

Creazione di percorsi di co-progettazione, di servizi collaborativi di quartiere di tipo culturale e creativo, ospitatiall’interno degli spazi della biblioteca e che promuovono la cooperazione intergenerazionale e interculturale; Programmi per la valorizzazione della memoria orale, attività di racconto sui quartieri, ricorso alle arti visive, alla creatività contemporanea per far rivivere il patrimonio bibliotecario; Allestimento di aree e produzione di attività culturali e creative funzionali alla fruizione di bambini e adolescenti.

Servizi culturali e bibliotecari aggiuntivi

Bibliobus, servizio di biblioteca itinerante a domicilio; letture ad alta voce o altri programmi a favore di anziani, bambini e fasce marginali della popolazione cittadina;  programmi per la valorizzazione della memoria orale, attività di racconto sui quartieri, ricorso alle arti visive, creatività contemporanea, teatro, nuovi media, per far rivivere il patrimonio bibliotecario.

Capacitazione e servizio alla comunità

Incontri con esperti, attività di doposcuola, cdorsi di scrittura creativa, altre tipologie di percorsi che sviluppano competenze degli abitanti dei quartieri prioritari e complessi valorizzando l’uso degli spazi e delle risorse della Biblioteca.

Interventi nel quartiere

Allestimento di punti e servizi di lettura in luoghi esterni alla Biblioteca, interventi di riqualificazione per  il riuso di spazi pubblici e rigenerazione urbana.

 

Condividi su